Venerdì 22 febbraio 2019, alle ore 21.15, presso l’Aula del ‘400 dell’Università di Pavia (Piazza Leonardo da Vinci), si terrà il terzo concerto della XXXV Stagione di “Musica in Università”.

L’appuntamento con:

La bella Virginia
il sogno di libertà del popolo italiano in musica

ENSEMBLE FIATI MUSICA APERTA

PIERALBERTO CATTANEO, direttore

La Virginia fu composta nel 1866 da Saverio Mercadante e andò in scena per la prima volta presso il Teatro San Carlo di Napoli. Soggetto è il sopruso perpetrato ai danni di una donna romana, il cui sacrificio assurse a simbolo di libertà dei popoli in tutta la letteratura antica e nell’Ottocento italiano (con il Risorgimento). Petrarca, Boccaccio, Chaucer, Alfieri, Salfi, Manzoni sono solo alcuni degli autori che si sono rifatti all’episodio narrato dallo storico Tito Livio. L’aggancio con l’attualità è inoltre evidente, per via delle tragiche vicende di violenza nei confronti delle donne. La vicenda è narrata nel quadro Storia di Virginia di Sandro Botticelli di proprietà dell’Accademia Carrara di Bergamo.

Il mondo del melodramma, curiosamente, non è stato particolarmente attratto dalla storia di Virginia: il contributo più notevole è stato fornito dal melodramma di Saverio Mercadante, di assai rara esecuzione, pur essendo un capolavoro, come testimonia anche il fatto che Paolo Sorrentino lo utilizzò nel film YouthLa giovinezza del 2015. Di questo lavoro saranno proposti il Preludio e la Cavatina della protagonista.

Al contrario, donne che “dicono no”, che sanno affermare in vario modo i propri diritti o trovano la forza per realizzare i propri desideri, hanno abitato intensamente il mondo dell’opera. Da questi melodrammi è tratto il materiale per l’esecuzione musicale, con una voce di soprano solista e un ensemble musicale di dieci strumentisti (flauto, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni e contrabbasso) guidati da un direttore: il Gruppo Fiati Musica Aperta e Pieralberto Cattaneo.

La scelta dell’organico rimanda alla ricca tradizione del Classicismo viennese e del primo Romanticismo di trascrivere le opere di successo per gruppi “cameristici” di strumenti a fiato.

Calendario eventi